1° maggio: Festa dei Lavoratori (?)

Nelle ultime settimane si sta discutendo molto del futuro dei lavoratori di Sea Handling, la società controllata da SEA che si occupa dei servizi a terra all’interno dell’aerostazione.

1_maggio

La situazione è precipitata dopo che l’Unione Europea, lo scorso dicembre 2012, ha invitato lo Stato Italiano a rientrare in possesso dei 360 milioni di euro trasferiti, più gli interessi maturati.

La stessa Commissione Europea aveva provveduto già tre anni fa all’apertura della procedura di infrazione per violazione della normativa comunitaria in materia di libera concorrenza. In sostanza l’Unione Europea sostiene che, con il trasferimento dei 360 milioni di euro, Sea Handling abbia ottenuto un “indebito vantaggio economico rispetto ai concorrenti”.

Dopo gli ultimi sviluppi si è cominciato a parlare con maggiore insistenza di una vendita della controllata Handling, che a fronte della difficoltà di bilancio, a cui va sommata la multa, non si trova in buone acque.

In tutta questa situazione, però, a rimetterci veramente saranno ancora una volta i lavoratori, a cui va tutta la nostra solidarietà e vicinanza.

Purtroppo negli ultimi mesi stiamo leggendo e venendo direttamente a conoscenza delle difficoltà economiche e lavorative in cui versano i lavoratori di Malpensa, con diversità di trattamenti tra i dipendenti di Sea e i dipendenti delle cooperative che svolgono servizi in appalto, sub appalto e sub-sub appalto.

Disgraziatamente nella politica e nelle scelte degli appalti si va sempre al ribasso e così la sicurezza sul posto di lavoro e la retribuzione dei lavoratori sono le prime due voci a veder diminuito il loro valore.

Abbiamo letto di cooperative che lavoravano nella zona Cargo utilizzando lavoratori in nero o addirittura senza il permesso di soggiorno.

Abbiamo parlato con dipendenti SEA che denunciano ambienti e condizioni non sempre sicuri, diritti non garantiti, disposizioni discriminatorie riguardo alle gestione dei turni, ferie, riposi, mancato rispetto degli accordi sindacali.

Tutte queste notizie stanno a significare che a Malpensa ci sono seri e gravi problemi. Parlare allora di creare nuovi posti di lavoro significa quantomeno parlare a sproposito. Occorre prima di tutto regolarizzare le condizioni lavorative degli attuali occupati andando a risolvere tutte le problematiche aperte, soprattutto quelle legate al rinnovo in Aeternum dei contratti interinali (proibito per legge) e gli aspetti relativi alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Vogliamo porci però anche alcune altre domande, che sembra finora nessuno abbia potuto/voluto fare.

Perché Sea Handling ha ricevuto una multa? O meglio perché si è tenuto un certo comportamento se questo era in palese violazione di una direttiva comunitaria?

Sapendo che ci sarebbe stato il rischio concreto di una multa, perchè si è comunque agito in questo modo?! Come mai nessuno, oggi, chiede conto a chi ha preso questa decisione di risponderne personalmente?

Come mai, oggi, si pensa solo al ricorso contro la multa, se questa non è nient’altro che la conseguenza di una scelta volutamente presa in violazione di una direttiva comunitaria?

Ecco, ci piacerebbe davvero che qualcuno rispondesse a questi nostri quesiti,  spiegando soprattutto perché i lavoratori debbano essere sempre quelli destinati a subire le conseguenze delle scellerate decisioni prese dai vertici.

Qui alcuni articoli:

La Provincia_Incontro a Bruxelles

Varesenews_Ipotesi di vendita

Varesenews_Il fronte del lavoro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: