Posts Tagged ‘pro loco lonate pozzolo’

Camminaa dal Bambin – da non perdere!

 

 

 

 

La ProLoco di Lonate Pozzolo e il Comitato VivaViaGaggio

organizzano

Sabato 22 Dicembre 2012

la tradizionale

Cammináâ dal Bambín

Come da tradizione, anche quest’anno viene riproposta lacamminata notturna che vede partecipare ogni anno un numero sempre maggiore di persone.

La camminata è volta ad essere un momento di riflessione e introspezione, attraverso la contemplazione della natura che ci circonda e guidati solamente dalla luce naturale della luna.

É importante quindi mantenere un clima di silenzio, preparatorio al momento di condivisione finale.

 

Programma

ore 20.15 – ritrovo al parcheggio del Centro Parco Ex-Dogana Austroungarica di Lonate Pozzolo

ore 20.30 – partenza

ore 21.30 – arrivo previsto in Piazza S. Ambrogio e benedizione

 

In piazza S. Ambrogio saremo accolti da canti natalizi eseguiti da “Gli Amici del Coro Harmony“, mentre il Gruppo Alpini di Lonate Pozzolo distribuirà bevande calde e panettone

 

Itinerario

Via Gaggio – Via Veneto – Via Roma – Piazza S.Ambrogio

 

 

Al termine, sarà disponibile un servizio navetta fino al parcheggio del Centro Parco Ex-Dogana Austroungarica.

 

 

Per info:

ProLoco (Valter):     347/8242424

WVG (Walter):         339/2904469

 

Camminaa dal Bambin

Annunci

Fuori tema

La foto è stata scattata da WVG ed è (come le altre) di sua proprietà. Se la Pro-Loco volesse ancora utilizzare nostre foto per le sue presentazioni pubbliche, si prega cortesemente di informarci, magari attendendo il consenso. Così fan tutti.

È davvero difficile raccontare quello che è andato in scena ieri sera in Sala Polivalente dell’ex Monastero S.Michele a Lonate Pozzolo. L’attesa era grande per l’incontro pubblico della Pro-Loco. Dal sito dell’UDC di Lonate Pozzolo recuperiamo il volantino della serata. Eccolo. Un altro blog politico locale, quello dei Democratici Uniti, lo aveva definito un non-volantino. Bene, che ci si creda o no, ieri abbiamo assistito a tutt’altro rispetto a quanto scritto. Se la serata fosse stata un elaborato del liceo, avremmo potuto definirla fuori tema dall’inizio alla fine. Un bel tre e a casa.
Quello a cui la sala gremita, straripante, ha assistito è stato un monologo di due ore di Gerolamo Bergamaschi, già Sindaco di Lonate Pozzolo nonché già consulente Sea. In due ore, anzi in un’ora e cinquantacinque, Bergamaschi ha sciorinato dieci anni di date, dati, titoli, eventi, incontri relativi a Malpensa. Nei cinque minuti finali, Bergamaschi – quando oramai il pubblico era oramai tramortito dalla presentazione fiume, davvero eccessivamente lunga – è stato sparato il vero motivo dell’incontro: la presentazione di quello che Malpensa potrebbe essere in futuro e «la nostra proposta» (ma di chi?) a riguardo. Lasciamo che siano i giornali a raccontare la proposta di Gerolamo Bergamaschi, il quale fra l’altro ha più volte usato belle parole nei confronti di VivaViaGaggio, per cui gli perdoniamo la foto presa senza permesso dal blog.
Il titolo dell’incontro era Malpensa Oggi …e Domani, invece abbiamo saputo tutto di Malpensa…Ieri. La competenza sul tema di Gerolamo Bergamaschi è indiscussa e indiscutibile. Bergamaschi ne sa e la completezza del suo monologo (e guai a interromperlo! Chi dal pubblico ci ha provato è stato da Bergamaschi brutalmente zittito, perché «non sono qua per dare un’opinione, sto presentando i fatti») è ammirevole. Più scricchiolante è stata la parte dei cinque minuti, vero oggetto della serata: il Malpensa Domani. I famosi «dati oggettivi» su una futura possibile Malpensa a trentacinque milioni di passeggeri con sole due piste e conseguenti drammatici disagi su gran parte di Lonate Pozzolo, sono stati contestati dal Sindaco Gelosa, dall’Architetto Jimmy Pasin e dal nostro Walter Girardi. Insomma, il famoso «dato oggettivo» da presentare ai cittadini non ha retto ai commenti soggettivi degli interlocutori.
A precedere il monologo è stato il saluto di Piergiulio Gelosa, Sindaco di Lonate Pozzolo. Un saluto che però non ha rappresentato la comparsata di rito del politico di casa: Piergiulio Gelosa oramai parla di Malpensa con una competenza e una chiarezza esemplari. Chiaro è stato anche il suo riaffermare dei disagi patiti dal territorio per colpa di Sea, nonché l’esigenza di tutelare – e di non barattare – la salute dei cittadini. Dopo l’intervento del Sindaco Gelosa, c’è stato quello del Presidente della Pro-Loco, che si è lanciato in una tirata difensiva sull’associazione, a seguito delle polemiche agitate da Viva Via Gaggio (grazie al cielo l’abbiamo fatto, abbiamo garantito alla serata una visibilità senza precedenti). Qualche passaggio dell’intervento del presidente Verderio è stato furbetto e ingiusto nei nostri confronti. Lui lo sa. Chiariremo la nostra posizione privatamente, sappiamo che queste scaramucce non interessano agli amici di via Gaggio e non giovano alla causa. Verderio, statuto alla mano, dice che non hanno avuto il minimo dubbio sull’opportunità di fare la serata; il suo vice confida che ci hanno messo tre sere per decidere di farla o meno, perché «sappiamo che siamo sul filo». Insomma, che almeno si mettessero d’accordo su una versione comune.

Alla fine della serata gran parte del pubblico e dei giornalisti era sconcertato. Più di tre ore di incontro e non averci capito niente. Nemmeno aver capito la posizione della Pro-Loco, che viene a giocare un ruolo sempre più inspiegabile. Ci spieghi – o meglio, ribadisca pubblicamente ciò che va dicendo in privato – la sua posizione sulla terza pista. Al tavolo dei relatori c’erano cinque persone, Gerolamo Bergamaschi, Fabrizio Verderio e tre altri rappresentanti Pro-Loco. Muti. (di solito, dietro al tavolo si siede chi interviene).

Fra il pubblico, un uomo Pro-Loco a fine serata ci ha detto: «Voi avete usato la Via Gaggio solo per essere contro la terza pista». Ecco, il racconto della serata si può ben fermare qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: