La casa comune

Filosofarti rappresenta uno dei più importanti eventi culturali nel varesotto: una serie di mostre, convegni e incontri legati insieme da un filo rosso. Il tema dell’edizione del 2019, la XV°, è stato IL DIALOGO.

Viva Via Gaggio ha collaborato all’organizzazione di una delle quattro serate del filone di Teo – Filosofarti, quella dedicata all’Ambiente.

Teo-Filosofarti offre il suo contributo alla riflessione e al confronto su temi e problemi, partendo da uno sguardo cristiano sulla realtà, in dialogo con la laicità, le culture e le religioni. Continua a leggere

13 Gennaio TUTTI al San Michele

Il Comune di Lonate Pozzolo Assessorato alla Cultura, l’Associazione Viva Via Gaggio e l’Ecomuseo della Brughiera e di Via Gaggio desiderano invitarvi il prossimo 13 GENNAIO alla presentazione della tesi “La raccolta nel bosco: Ambrogio Milani e la Via Gaggio”.

Appuntamento per le 16.00 presso la Sala Bosisio del Monastero di San Michele in Via Cavour 21 a Lonate Pozzolo con ingresso da Via Cavour o dal Parco Bosisio.

Camminaà dal Bambin ed. 2018

Vi aspettiamo il 22 dicembre per la Camminaa dal Bambin.

Comunicato stampa – Nuova Vita alla rete

Il giorno 5 novembre 2018, in occasione del convegno “Natura 2000 Nuova vita alla rete” organizzato da Lipu in collaborazione con Fondazione Cariplo svoltosi a Milano, il Dottor Walter Girardi consulente ambientale e membro dell’Associazione Viva Via Gaggio e Francesco Gritta consigliere comunale a Turbigo hanno incontrato il Dott. Fulvio Mamone Capria Capo della Segreteria del Ministro dell’Ambiente.

In questo incontro molto cordiale e costruttivo, abbiamo consegnato al Capo della Segreteria del Ministro dell’Ambiente due documenti: il primo redatto dal Dott. Girardi dal titolo Le minacce alla Riserva Mab “Valle del Ticino” che analizza le conseguenze derivanti dall’ampliamento del sedime aeroportuale di Malpensa e la conseguente perdita dell’ambiente naturale della brughiera e della sua biodiversità, l’altro documento redatto da Francesco Gritta analizza la questione relativa al rumore aeroportuale notturno e il suo impatto sui comuni a sud dell’aeroporto. Inoltre, tale documento, affronta anche l’annosa questione del Depuratore di
S. Antonino Ticino e i suoi scarichi nel Canale Industriale e nel Ticino.”
In questo convegno si ragionava di Rete Natura 2000, di quanto la Rete Ecologica sia importante per la biodiversità e per la qualità della vita dei territori, delle aree protette.

Questi sono concetti che abbiamo imparato a conoscere e fatto nostri negli scorsi anni, durante la lunga fase delle osservazioni al precedente Master Plan e soprattutto nel progetto “Un Sic è per Sempre” che ci ha visto in prima linea supportare e far conoscere la proposta di creazione di un nuovo Sic/Zps “Brughiere di Malpensa e Lonate” avanzato dal Parco del Ticino nel lontano 2011 e stoppato più volte da Regione Lombardia, da sempre più propensa allo sviluppo dell’aeroporto di Malpensa che alla tutela della biodiversità del Parco del Ticino.
Quale migliore occasione quindi per ribadire ancora una volta quali siano i fronti e le minacce aperte presenti sul nostro territorio.
Abbiamo trovato nel Dott. Capria, una persona seria, attenta e disponibile oltre che “competente” in materia visto che ricopre l’incarico di Presidente Nazionale della Lipu.
Capria che tra l’altro era stato in Brughiera e in Via Gaggio nel 2012 quando Lipu e l’allora Comitato Viva Via Gaggio organizzarono “Il mio volo è differente” una tre giorni di dibattiti, biciclettate e visite guidate alla scoperta della Brughiera.
Volevamo ringraziare la Lipu, nella persona di Massimo Soldarini che segue con noi le vicende di Malpensa per averci dato questa possibilità di incontrare il Dott. Capria.
Ci siamo lasciati con l’impegno di risentirci nelle prossime settimane per ulteriori approfondimenti con l’impegno anche di incontrare direttamente il Ministro per spiegare ulteriormente le situazioni aperte nel nostro territorio.
Ci piacerebbe ospitare il Ministro dell’Ambiente in una visita guidata alla scoperta della brughiera e del Parco del Ticino. Che sia la volta buona?

Resoconto CampoGaggioNove

Ogni anno, il fine settimana in cui si svolge il Campo Gaggio è sempre diverso dai precedenti, di anno in anno infatti tutto cambia. E la nona edizione non è stata da meno.

Via Gaggio ci ha ospitato anche quest’anno, e noi l’abbiamo presidiata volentieri. 

Il meteo la fa sempre da padrone, questa volta dal caldo torrido è passato ad un temporale pomeridiano fino ad un bel nubifragio a tarda notte. Ma l’accampamento ha retto senza grossi problemi.

Quel che conta è senza dubbio l’atmosfera che aleggia intorno al campo, tante le persone che passando in Via Gaggio si fermano a chiedere informazioni o se ci sono petizioni o osservazioni da firmare, perchè lo spauracchio della terza pista è sempre lì. E poi gli abituè che passano pressoché quotidianamente e che vedendo la tenda e i gazebo sanno già che “sono quelli di Viva Via Gaggio”.

Dopo nove anni, tutto sommato, uno potrebbe immaginarsi una certa monotonia, una ritualità che si ripete da parecchio. Eppure no. Perchè la visita guidata in notturna ti offre visioni e paesaggi particolari mai visti così come l’assemblea dei Comitati e delle Associazioni ti offre ogni volta problematiche nuove (sigh), nuovi spunti di riflessione, nuove collaborazioni e ti da la possibilità di rivedere vecchi amici.

Nel caso concreto durante l’Assemblea di quest’anno ci siamo concentrati sull’analisi delle documentazione predisposta per la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale VIA Regionale partita qualche giorno fa, riguardante il collegamento ferroviario T2 – Linea del Sempione che interesserà direttamente i Comuni di Somma Lombardo, Casorate Sempione, Cardano al Campo e Gallarate.  Con gli amici del Comitato per la Salvaguardia della Brughiera di Casorate, i Comitati del Milanese, Legambiente Gallarate e i rappresentanti della Lipu abbiamo concordato il metodo per predisporre le osservazioni che dovranno essere presentate entro il prossimo 8 Settembre in Regione Lombardia.

Abbiamo discusso circa la suddivisione degli argomenti tra le varie associazioni e gli approfondimenti di alcune “matrici”, in particolare con il coinvolgimento di professionisti in grado di aiutarci ad seguire alcuni aspetti relativamente allo Studio di Impatto Ambientale predisposto per la procedura di VIA.

Il far partire la procedura di VIA a Luglio, avendo 30 giorni per la pubblicazione e altri 30 giorni per stendere le osservazioni (60 giorni in tutto), sapendo che sono mesi di vacanza e in cui gli Uffici Comunali sono a ranghi ridotti, è un colpo basso da parte dei proponenti e da parte di Regione Lombardia.

Una vera e propria scorrettezza nei confronti del territorio, dei suoi rappresentanti istituzionali e dei suoi cittadini che dovrebbero essere coinvolti e facilitati nel percorso partecipativo della VIA e che invece oggi devono fare anche fatica a scaricare i documenti predisposti e dovranno preoccuparsi di fare le osservazioni nel periodo estivo. Purtroppo questo è.

Vogliamo però invece fare alcuni ringraziamenti: in primis al neo Sindaco di Lonate Pozzolo, Nadia Rosa e all’Assessore Luca Perencin che sono passati  dal Campo Gaggio e hanno preso parte ai lavori dell’Assemblea.

Al nostro carissimo amico Ambrogio Milani, con cui abbiamo condiviso la merenda sabato pomeriggio proprio durante l’acquazzone estivo.

Un ringraziamento agli enti che hanno patrocinato il Campo Gaggio: Parco del Ticino, Comune di Lonate Pozzolo ed Ecomuseo della Brughiera e di Via Gaggo.

Un grazie di cuore a chi ci aiuta nel preparare il Campo Gaggio e a smontare il tutto alla domenica pomeriggio, alle mamme che lavorano nell’ombra e preparano il pranzo della domenica e a tutte quelle persone che in questi giorni sono passate a salutarci o si sono fermate per chiedere cosa possono fare per tutelare questa zona.

L’anno prossimo saranno dieci anni di Campo Gaggio…un bel traguardo, vogliamo continuare a vivere così il nostro luogo del cuore!

A tempo debito ci penseremo, ora rimaniamo tutti concentrati sulle osservazioni da preparare con gli amici di Casorate. Continuate a seguirci, a breve avremmo ancora bisogno dell’appoggio di tutti voi.

 

 

Campo Gaggio 9

E l’emozione è sempre quella della prima edizione.

Un presidio pacifico, una vicinanza e una condivisione che si fanno protezione. Che ci legano ad un luogo, ad un momento per sempre.

Vi aspettiamo il 14 e 15 Luglio – Evento FB

CALL TO ACTION con Legambiente Lombardia

Legambiente Lombardia ha chiesto a comitati ed associazioni del territorio lombardo di segnalare problematiche, proposte o richieste da far pervenire alla nuova Giunta Regionale.

L’obiettivo è quello di mantenere alta l’attenzione su tutta una serie di realtà territoriali dove l’azione e l’impegno di Regione Lombardia è fondamentale.

Come Associazione, abbiamo deciso di accogliere l’invito che Legambiente ha rivolto e abbiamo predisposto il documento che vi postiamo qui sotto.

Oggetto della nostra missiva: la richiesta avanzata nel 2011 da parte del Parco del Ticino per l’istituzione del nuovo SIC/ZPS “Brughiere di Lonate e Malpensa” che proprio Regione Lombardia in questi anni ha snobbato, volutamente, perchè troppo impegnata a sostenere, senza se e senza ma, lo sviluppo incondizionato e incontrollato dell’aeroporto di Malpensa.

Insistiamo ancora una volta sull’importanza di questi riconoscimenti, augurandoci che i vertici della Regione prendano finalmente posizione e lo facciano veramente nell’interesse della salvaguardia del nostro prezioso territorio.

 

L’Associazione Viva Via Gaggio supporta e ha supportato la richiesta presentata dal Parco del Ticino nel 2011 di istituire, ai sensi delle Direttive 92/43/CEE “Habitat” e 79/409/CEE “Uccelli”, un Sito di Interesse Comunitario (SIC) e una Zona a Protezione Speciale (ZPS) dal nome “Brughiere di Malpensa e di Lonate Pozzolo”.

Il supporto è stato dato attraverso un progetto denominato “Un Sic è per Sempre” che ha visto organizzare visite guidate ai vari ambienti interessati dal progetto oltre a convegni e momenti di studio in collaborazione con l’ufficio Rete Natura 2000 del Parco del Ticino. https://vivaviagaggio.wordpress.com/un-sic-e-per-sempre/

Inoltre come Associazione nel  Maggio 2014 siamo stati in audizione alla VIII Commissione Agricoltura, Montagna, Foreste e Parchi di Regione Lombardia, competente in materia per quanto riguarda gli aspetti ambientali relativi ai parchi naturali e alle riserve naturali, per presentare la proposta del Parco del Ticino.


Di fronte all’inerzia di Regione Lombardia, il Parco si è rivolto direttamente al Ministero dell’Ambiente, il quale però, verso la fine del 2016, ha rispedito la questione nuovamente a Regione Lombardia, invitandola ad attivarsi visto il grande valore ambientale dell’area. 

La documentazione scientifica redatta dal Parco del Ticino a supporto della proposta ed aggiornata dal 2011 ad oggi ha messo in evidenza come le specie tutelate dagli Allegati delle Direttive  92/43/CEE “Habitat” e 79/409/CEE “Uccelli” siano in forte aumento così come sono in aumento gli esemplari all’interno di determinate specie e famiglie tutelate sempre dalle Direttive.

Siamo di fronte ad una proposta, quella del Parco del Ticino, che va nella direzione di salvaguardare un immenso patrimonio di biodiversità non solo per la presenza di specie rare e protette, ma anche perché la Brughiera di Malpensa costituisce la più vasta e ben conservata brughiera a sud della catena delle Alpi.

Spetta alla Regione Lombardia, Regione competente territorialmente, avanzare alla Commissione Europea la richiesta ufficiale  per l’istituzione di un nuovo Sito di Interesse Comunitario.

Vorremmo quindi sapere se la nuova Giunta Regionale si impegnerà concretamente e con decisione, procedendo finalmente a dare la valutazione richiesta e dimostrando così di voler valorizzare il nostro territorio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: