Un riconoscimento per il progetto LifeTib

Nel corso di questi ultimi anni, in ogni occasione abbiamo parlato di quanto fosse importante per un sistema verde come quello del Parco del Ticino implementare e rafforzare la Rete Ecologica, seguendo le direttrici Nord-Sud ma anche Est-Ovest e creando nuove connessioni tra le zona verdi.

La Rete Ecologica è vita, permette di creare legami, mette in comunicazione. E se per caso ci sono zone dove il collegamento è frammentato, l’uomo può intervenire con dei progetti mirati per rafforzare queste connessioni.

Con queste premesse, quindi, è stato possibile immaginare e soprattutto realizzare un corridoio che collega il Campo dei Fiori (sistema naturale prealpino e alpino) con il Parco del Ticino (sistema naturale fluviale della pianura). Oggi questo progetto è stato riconosciuto e premiato!

L’idea originaria è stata del professore Furia, con il passare degli anni i due parchi (Campo dei fiori e Parco del Ticino), la Regione Lombardia e la Provincia di Varese, LIPU con Fondazione Cariplo e Unione Europea, sono passati dalle parole ai fatti.

Un piano di lavoro che ha visto realizzare opere come sottopassi, creazione e ripristino di zone umide con l’obiettivo di migliorare l’ambiente naturale per anfibi, mammiferi e uccelli migratori.

Lo slogan del progetto specifica già di suo perchè si è voluto fare questo investimento: “Vive solo chi si muove!”.

Un progetto che il prossimo 23 Maggio, a Bruxelles, verrà premiato come “Best of the Best” all’interno del Life Award Ceremony.

Il nostro plauso e ringraziamento va a tutte le persone che hanno pensato e realizzato le opere. In un momento dove piani come il nuovo Master Plan 2030 o il tracciato ferroviario T2- Gallarate vanno nella direzione opposta, quella di cancellare parti importanti di rete ecologica e di biodiversità, questo premio ci dimostra, ancora una volta, come la strada da seguire non sia quelle delle opere inutili e devastanti per il nostro territorio, ma quella della salvaguardia e relativa valorizzazione.

Qui il sito del progetto www.lifetib.it/

Annunci

4 responses to this post.

  1. Posted by Carlo on 27 aprile 2018 at 8:31 pm

    Ce lo ricordiamo il Piano di Trasformazione TRF del PGT ancora vigente ? eravamo nel 2014.
    Si prevedeva e poi si è fatto il raddoppio della fonderia SantaCaterina nell’ambito del corridoio ecologico di cui si parla qui.
    Le piantumazioni e altre opere di mitigazione, chi ha controllato se sono state fatte ?
    C’è qualche ex-consigliere comunale anche di minoranza che ha fatto ciò ?
    A mio parere comunque, ribadisco ancora oggi come già scritto allora, questo piano TRF andava cassato con la richiesta di un provvedimento del TAR
    Grazie. Carlo

    Mi piace

    Rispondi

    • La questione del piano di trasformazione del Pgt di Lonate Pozzolo c’entra poco o nulla con il progetto Life Tib che è stato realizzato in altri comuni della provincia di Varese e non direttamente su Lonate Pozzolo. Abbiamo pensato fosse giusto e corretto pubblicare un post dove ci si congratula e si festeggia il premio che questo progetto ha ricevuto. Un progetto che si basa su termini come biodiversità, Rete Ecologica etc. che sono gli stessi argomenti che abbiamo spesso utilizzato nei nostri eventi, nei documenti e nelle osservazioni che abbiamo mandato alla Commissione Nazionale Via/Vas e che hanno comportato il ritiro del vecchio Master Plan. Questi termini rappresentano dei nuovi criteri da prendere in considerazione ogniqualvolta ci si dovrà confrontare per capire se un’opera avrà conseguenze sull’ambiente, se è veramente necessaria e se contribuirà a migliorare un territorio o a peggiorarlo. Cordiali saluti

      Mi piace

      Rispondi

      • Posted by Carlo on 30 aprile 2018 at 8:50 pm

        C’entrano sempre poco le osservazioni pertinenti e scomode. È’ così che si ottengono ottimi risultati nella politica locale o non.

        Mi piace

        Rispondi

        • Gentile Carlo, nessuno di noi vuole sottovalutare il ruolo delle osservazioni. Noi stessi ne abbiamo fatte moltissime nelle 3 fasi del Master Plan. Per quanto riguarda invece il PGT di Lonate Pozzolo, come singoli abbiamo provveduto a firmare delle Osservazioni negli scorsi anni. Ma questo esula e non c’entra nulla con il contenuto del post. E soprattutto esula dalla mission di Viva Via Gaggio che è sorta con un obiettivo ben preciso e continuerà ad occuparsi solo di quello. Buona serata

          Mi piace

          Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: