Workshop sul nuovo Master Plan – i temi ambientali p.4

Pins2015La Valutazione di Impatto sulla Salute – VIS

Ultimo intervento, per certi il più atteso, è stato quello tenuto dal Dottor. Fabrizio Bianchi, Ricercatore del CNR, sul tema della VIS, Valutazione di Impatto Sanitaria.

Il suo è stato un intervento molto articolato, nel quale sono stati sviscerati diversi aspetti. In primis il fatto che la procedura non è ancora normata e che solo nel prossimo mese di giugno verranno presentati i lavori per la stesura di un libro bianco su cui poi il legislatore nazionale dovrà predisporre la procedura.

I partner del CNR per questo progetto relativo al Master Plan di Malpensa saranno Nomisma e Terma srl.

Il percorso sarà articolato in 4 fasi.
La prima per capire se sottoporre o meno a VIS il progetto (nel caso del Master Plan è sì).
La seconda fase detta di scoping: quali temi, su che zona, quali persone, quali dati prendere, da chi prendere i dati, quali analisi fare, che storico dati usare, etc.

La terza sarà una fase di valutazione vera e propria, dove si confronterà la fotografia attuale con le previsioni date dall’aumento del traffico aeroportuale e non solo derivante dal Master Plan.
Infine la quarta fase sarà, eventualmente, quella del monitoraggio.

La Regione Lombardia ha già deliberato sulle linee guida che dovranno essere seguite (D.G.R 8 Feb. 2016 – n.X/4792) e un ruolo fondamentale lo avranno le nuove ATS (le vecchie ASL) che sono chiamate a garantire la consultazione dei dati, previa la stesura di un disciplinare che dovrà essere realizzato dal proponente e dal valutatore. Trattandosi di dati sensibili riguardanti la vita delle persone, dovrà essere tutelata la privacy degli individui che verranno coinvolti nelle inchieste che verranno condotte nei prossimi mesi.

Fondamentale sarà anche l’apporto che le Università che si occuperanno di Inquinamento Acustico e Atmosferico daranno al Dott. Bianchi, il quale avrà bisogno di dati e valori particolari che normalmente non sono utilizzati.

Nella valutazione si dovrà tener conto di quali saranno gli effetti attesi sulla salute, alla luce per esempio di uno storico sugli studi epidemiologici redatti da OMS in zone identiche, e verranno anche ripresi i risultati su precedenti studi fatti nell’area di Malpensa come lo Hyena o lo studio Salus Domestica.

Per quanto riguarda poi le conseguenze rispetto al rumore notturno, dal confronto tra l’attuale e le previsioni, dovrà emergere un bilancio migliorativo per avere un parere favorevole. Già solo un bilancio in pareggio confermerebbe i rischi che abbiamo già oggi per la salute.

Nella zona intorno ai 6 km dall’aeroporto, verranno ampliati i dati di riferimento per avere una fotografia ancora più precisa e puntuale (consumo di farmaci, esenzione ticket, ricoveri).

In questo momento si è nella fase di scrittura del Protocollo di Studio, antecedente al disciplinare che verrà poi consegnato alle ATS per avere i dati e le informazioni.

Questo quanto emerso finora, nei prossimi mesi verranno organizzati nuovi incontri su temi più specifici, di sicuro non faremo mancare la nostra presenza e il nostro contributo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: