“Dove state andando?”

La notte ha un fascino particolare e siamo lieti di constatare che l’idea di proporre questa “NOTTE IN TRINCEA” sia stata molto apprezzata.

Un’ottantina di persone si sono lanciate in questa avventura, completamente all’oscuro di quanto sarebbe successo.

Un’ avventura notturna divisa in due parti, la prima più avventurosa e legata alla parte storica che si respira ancora oggi in Via Gaggio e l’altra molto più rilassante e bucolica legata invece al vivere e conoscere la brughiera di notte, assaporandone gli odori e i rumori.

 

“Scusate signori, dove state andando? questa è una zona non sicura! Ci sono delle presenza ostili. I miei uomini vi potranno scortare fino ad un avamposto abbastanza protetto”. “Signori, io vi ho avvisato. Buona fortuna!”

Queste le parole che noi e  i partecipanti al nostro evento dello scorso sabato ci siamo sentiti rivolgere poco prima della Cappellina di S. Francesco da tre militari in divisa.

Non abbiamo fatto dietrofront, ma anzi abbiamo iniziato a camminare nella notte, scortati dai militari,  inoltrandocti alla scoperta delle trincee.

DSC_0011

Arrivati in zona “Bosco delle Trincee” abbiamo visto muoversi qualche luce tra gli alberi e subito sono partite delle raffiche di mitra tra i militari che ci scortavano e questo sfuggente nemico che sfruttando il buio del bosco e delle trincee ci aspettava nell’ombra.

Abbiamo seguito le traccie delle trincee della Seconda Guerra Mondiale, avvertendo colpi di arma da fuoco in lontananza, ora colpi e spari sempre più vicini.

All’uscita dal bosco, abbiamo riposato qualche minuto per poi ripartire alla volta dell’avamposto protetto a cui ci stavano conducendo.

DSC_0022

Di corsa abbiamo raggiunto alcune trincee molto profonde e sotto i colpi della contraerea siamo riusciti a metterci in salvo al paraschegge.

Ultimi colpi e ultime raffiche di mitra. Purtroppo uno dei militari che ci scortava è stato colpito…ma gli aiuti intervengono subito e in pochi minuti il ferito è messo in salvo e tutto il gruppo può ritenersi al sicuro.

DSC_0025 DSC_0028

 

 

 

 

 

 

 Conclusa così la rappresentazione, abbiamo potuto incontrare i ragazzi del gruppo soft air “ASD PIRATI SAT  Novara” che ha simulato questo conflitto in cui siamo stati coinvolti.

Dal Paraschegge quindi  è partita anche la seconda parte della serata. Abbiamo guardato un filmato realizzato da Ambrogio Milani nel 1992 quando Via Gaggio non era ancora come la conosciamo oggi, ma solo un piccolo sentiero tra tonnellate di laterizi e immodizia pressochè inacessibile a tutti.

Siamo partiti poi alla volta delle Brughiera boscata, percorrendo per un pezzo la seconda pista e poi la Strada Comunale per Tornavento. Qui ci siamo addentrati nella brughiera e abbiamo spento le torce.  Speravamo di poter fare il “battesimo del buio” ma siamo stati invece accompagnati dal chiarore della Luna.

Ne abbiamo quindi approfittato per raccontare ai presenti le caratteristiche naturali di questa zona.

Tornando in Dogana abbiamo potuto ristorarci con torte e del buon the caldo.

Senza dubbio è stata una serata molto ben riuscita e divertente. Un modo nuovo e sicuramente particolare per vivere Via Gaggio, la sua storia e la sua natura.

Vogliamo quindi ringraziare tutte le persone che hanno accolto il nostro invito e hanno partecipato a questo evento.

I ringraziamenti più importanti vanno a Michael Bolognini e a Geographical Research Association per la collaborazione e ai ragazzi del gruppo ASD PIRATI SAT Novara che hanno reso possibile e indimenticabile questa iniziativa.

DSC_0048

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: