A pensar male si fa peccato, ma…

Sulle ultime modifiche che SEA ha presentato al proprio Master Plan abbiamo giá espresso le nostre opinioni. Lo stesso hanno fatto le associazioni ambientaliste e i sindaci del Castanese. Infine, lo scorso venerdì 11 Aprile, anche l’Assemblea della Comunità del Parco del Ticino ha approvato una comunicazione da inviare a tutti gli enti interessati dove ribadisce la propria posizione a fronte delle nuove modifiche.

Peró.

Peró c’è una novità, decisamente negativa e inaspettata: a differenza di tutte le altre delibere approvate dall’Assemblea e aventi come oggetto il Master Plan di Malpensa, questa volta non si è raggiunta l’unanimità. I Comuni che si sono astenuti sono Samarare, Ferno e Lonate Pozzolo.

Ebbene sí: il Comune piú direttamente interessato dal Master Plan di Malpensa – rappresentato in Assemblea dall’assessore Rivolta – e quello che subirá i danni maggiori, ha deciso di astenersi.

Aspettiamo di leggere il verbale per capire le motivazioni dell’astensione. Tuttavia, se il Comune di Lonate Pozzolo è convinto di quanto approvato in tutti questi anni, perchè all’improvviso questa astensione?

L’astensione poi lascia anche l’amaro in bocca e per certi versi ci fa arrabbiare molto di più: astenersi significa non prendere una posizione e, francamente, è possibile rimanere indifferenti al Master Plan?

Crediamo ormai che sia impossibile non avere un’opinione e non avere una chiara posizione, e riteniamo non accettabile questa decisione presa dall’assessore Rivolta in rappresentanza del Comune di Lonate.

Qui la Delibera Parco del Ticino – 2014_1

Questo è il testo approvato:

Lettera_Malpensa_2014 4

E’ un testo che noi condividiamo in toto, perchè conferma quanto abbiamo fatto in questi anni, ognuno nel suo ambito e con i propri strumenti: tutti (enti locali, associazioni e Parco) accomunati dallo stesso desiderio di fermare il Master Plan.

La nota stonata giunge a qualche settimana di distanza dalla notizia che Regione Lombardia e i Comuni interessati dalla vicenda delle case delocalizzate (Lonate, Ferno e Somma) hanno trovato l’accordo per una prima tranche di demolizioni (4 milioni di euro) di alcune case. Il futuro di queste aree è ancora da decidere ma, nelle modifiche presentate aul Master Plan, SEA annuncia che realizzerebbe il polo logistico proprio nelle zone delocalizzate, con conseguente ricavo da parte dei comuni sugli oneri di urbanizzazione.

A pensar male si fa peccato, ma a volte ci si azzecca… vuoi vedere che il Master Plan così come modificato e riproposto da SEA – che prevede ugualmente la realizzazione della terza pista con gli stessi problemi di prima – fa gola al comune di Lonate?

Qui il testo completo Lettera_Malpensa_2014

 

Annunci

2 responses to this post.

  1. […] VivaViaGaggio – A pensar male si fa peccato, ma… […]

    Mi piace

    Rispondi

  2. […] « A pensar male si fa peccato, ma… […]

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: