WVG rappresenta una realtà APARTITICA.

Egr. Sig. Angelo Perna,

Le scriviamo come Comitato Viva Via Gaggio, in riferimento a quanto da Lei pubblicato nell’articolo di mercoledì 14 Novembre su “La Prealpina”.
Il Suo accostamento del nostro Comitato al MalpensaForum è strumentale e fuorviante. WVG e Malpensa Forum hanno avuto e avranno modo di collaborare perché entrambi ci occupiamo dello stesso tema, ma le nostre attività sono distinte. Il fatto che uno dei nostri membri è tesserato con il PD non lega assolutamente le due realtà: il Comitato è composto da più persone che singolarmente aderiscono a partiti diversi.

IL COMITATO VIVA VIA GAGGIO RAPPRESENTA UNA REALTA’ APARTITICA

Questo è ed è sempre stato un punto cardine del nostro operato. Ci spiace farle questo appunto, ma avrebbe sicuramente dovuto consultare il nostro statuto prima di scrivere certe cose fuorvianti.

Inoltre, abbiamo anche altre dovute precisazioni da farle. In riferimento a quando scrive che “abbiamo speso le nostre energie ‘solo’ contro i sindaci”, Le facciamo presente che:

  • ai tempi abbiamo scritto più di una volta al Comune di Milano, direttamente al Sindaco Moratti, sostenuta da PDL e LEGA NORD, per essere ricevuti e per poter interloquire con l’azionista di maggioranza di SEA, ma ci è stato risposto che per le questioni di Malpensa occorre rivolgersi al Presidente di SEA, perchè il Sindaco non sa niente. (Bel rispetto per il territorio, non crede?);
  • successivamente abbiamo presentato la stessa richiesta al nuovo Sindaco Pisapia (PD e liste civiche);
  • abbiamo chiesto e ottenuto di essere ascoltati in audizione dalla Commissione Ambiente di Palazzo Marino, grazie al Consigliere di minoranza Mattia Calise (M5S)
  • abbiamo sempre cercato il dialogo con tutti i politici disposti ad ascoltarci. A conferma di ciò, ricordiamo il confronto con il consigliere regionale PDL Giorgio Puricelli, abituale frequentatore della strada di brughiera di Via Gaggio.

Dovrebbe essere già al corrente di queste notizie, ma forse erroneamente non le ritiene importanti. Tra l’altro ricordiamo bene che in occasione dell’audizione, ha raccontato la stessa rovesciando e ribaltando l’ordine naturale delle cose e ha intervistato persone che con la nostra audizione non c’entravano nulla, dando a loro spazio e visibilità, non dando la giusta rilevanza a quello che un piccolo Comitato di semplici cittadini aveva ottenuto.
Non ci siamo fermati lì, abbiamo continuato a fare pressione sulla Giunta di Milano. Basta ascoltare quante volte in Consiglio Comunale a Milano, Mattia Calise (M5S) o qualche altro consigliere comunale ha nominato il Comitato Viva Via Gaggio. Questo è successo ancora recentemente.

Lo scorso 18 settembre, invitati dalla Commissione Nazionale VIA/VAS abbiamo partecipato al contradditorio (previsto dall’art.24 comma 8 del D.Lgs 152/2006) con SEA ed ENAC insieme ad altri sindaci, associazioni ambientaliste e i Parchi. Perchè non chiedersi piuttosto come mai non c’erano i tre Sindaci dei Comuni più coinvolti?
Non dimentichiamo le istanze presentate dal primo momento della nostra azione a tutti gli interlocutori coinvolti dalla vicenda Malpensa, di ogni livello e importanza. Non tutti ci hanno risposto, non tutti ci hanno dato la possibilità di dire la nostra opinione. Per esempio non ci hanno risposto l’ex Assessore Colucci e nemmeno l’ex Assessore Raimondi; ci hanno invece risposto l’UNESCO e la Commissione VIA/VAS.

Per quanto riguarda l’Assemblea del 12 novembre 2012, sarebbe stato bello che qualcuno dei giornalisti presenti, da sempre identificati come paladini della libertà di parola, avesse speso due righe per raccontare l’assurdità di un’ASSEMBLEA PUBBLICA in cui al pubblico non è permesso parlare.
Chi ha parlato a nome del Comitato lo ha fatto in primis presentandosi a nome del Comitato – e non a nome di nessun’altro soggetto – ma anche questo deve esserle sfuggito.

Non capiamo il perché di tanto astio e livore nei nostri confronti: abbiamo sempre agito in maniera trasparente, alla luce del sole e soprattutto utilizzando i mezzi e gli strumenti democratici che la legge mette a disposizione di un Comitato che intende partecipare attivamente alla vita di un territorio. Ci ha sempre descritti come quelli del “contro tutto e contro tutti”, cosa che noi abbiamo sempre caldamente rifiutato. Basterebbe leggere il nostro blog o partecipare a qualche nostra iniziativa per capire qual è il nostro respiro.

Cordialmente,
Comitato Viva Via Gaggio
Comitato per la difesa del territorio contro la Terza Pista di Malpensa

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: