Presidente Galli, ma che dice?

Tenevevi un caffè a portata di mano, perché il post è da sbadiglio. Si parla di partiti e delle loro polemiche. L’oggetto – o la vittima – è il Parco del Ticino, l’Ente. Si parte dalle dichiarazioni del Presidente della Provincia di Varese Galli (Lega Nord): “Serve un rappresentante di Varese” [LEGGI]. Apriti cielo. A stretto giro di posta, arriva la risposta di Lara Comi, segretario provinciale PdL. Lara Comi ricorda al Presidente Galli che fu proprio quest’ultimo a determinare l’assenza di un varesino, quando nominò come rappresentante di Varese un uomo del suo partito (Fabrizio Fracassi), ma residente a Pavia. Urca. Secondo quanto ricorda Lara Comi, emerge che la provincia di Varese per ordine di partito abbia deciso di rinunciare al proprio rappresentante per far eleggere un assessore di Pavia in quota al partito del Presidente Galli. La perdita del componente della provincia di Varese per il Comitato di gestione è solo colpa sua  e ora non può lamentarsi.

Il nuovo Comitato di Gestione ha dei posti inferiori rispetto al vecchio Comitato di Amministrazione. Oltretutto le Provincie di Milano, Varese e Pavia conferiscono economicamente fette importanti del Bilancio e l’accordo che si è raggiunto per la composizione del nuovo Comitato era che la 3 province esprimessero un loro rappresentate. Pavia lo ha fatto per Pavia, Milano per Milano, Varese per Pavia!

Il Comitato di Gestione pare essere interpretato come organo  politico, in cui  piazzare qualcuno senza usare i criteri come la competenza e la preparazione. Il problema è che Varese poteva avere un proprio rappresentante, ma la scelta del partito del Presidente Galli, a cui spettava il rappresentante per la Provincia di Varese, si è spostata su un tesserato di Pavia.

Le tre province di Varese, Milano e Pavia dovrebbero essere rappresentate da un loro rappresentante, che fosse scelto con criteri di competenza e preparazione. Anche perchè le Province hanno un peso in termini di quote non indifferenti per le decisioni che vanno prese con maggioranze importanti. Il Parco si estende su tre province e finchè queste esistono com Enti sarebbe giusto che ognuna esprimesse un proprio rappresentante.

I candidati sono stati scelti dalle forze politiche e alcuni hanno una compentenza decisamente valida, lo abbiamo visto anche al dibattito organizzato da noi in Dogana. Ora il problema della competenza dall’articolo non emerge per nulla, dall’articolo emerge che vi è stata assoluta incompetenza e incoscienza per ordini di partito nel Presidente della Provincia di Varese che ha rinunciato al proprio rappresentante per uno di Pavia quando Pavia esprime già un proprio rappresentante e adesso il Presidente Galli non si può lamentare  della decisione che lui ha preso.

E per chiudere, leggete qua.

***
Intanto, il nostro album della Via Gaggio al bivio cresce [GUARDA]
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: