La provocazione prealpina – prima parte

Un Comitato di privati cittadini che ottiene udienza ufficiale a Palazzo Marino a Milano per un’audizione: ve lo immaginate? Bene, noi non solo l’abbiamo immaginato, ma anche ottenuta.

Chi ci segue, qui sul blog e nelle nostre altri sedi virtuali e reali, sa come sono andate le cose. C’è chi invece non lo sa, o – peggio – finge di non sapere.

Non siamo nati ieri: sapevamo che la nostra iniziativa avrebbe generato reazioni di segno uguale e contrario da parte dei “poteri forti”. Poteri forti, ora molto indeboliti, ma pur sempre rabbiosi, là rinchiusi a trascorrere gli interminabili agonizzanti ultimi giorni nell’hangar e a difendere l’indifendibile Master Plan di Malpensa: terza pista più capannonicapannonicapannoni. 

Siccome a noi piace sempre vedere il bicchiere mezzo pieno, cogliamo spunto dalla parzialità con cui il quotidiano locale La Prealpina ha riportato la notizia della nostra audizione, per stimolare una riflessione su chi e come possa manipolare la realtà. La salvezza è non rinunciare al filtro critico della propria intelligenza. La Prealpina, che ha dato grande risalto alla posizione minoritaria di una specie in via di estinzione: i “pro terza pista”, relegando La Notizia, la nostra audizione, in una “breve di cronaca” o giù di lì nella pagina economica. No, non si fa così.

Un passo indietro, ecco come si sono succeduti gli eventi, nella loro nuda cronistoria:

OTTOBRE 2011: durante la visita di Mattia Calise in Via Gaggio, veniamo informati della possibilità concessa alle associazioni, comitati di essere ricevuti in audizione e essere ascoltati da parte delle Commissioni Consigliari del Comune di Milano. La settimana dopo presentiamo, tramite Mattia Calise, formale richiesta di audizione da parte delle Commissioni Urbanistica e Società Partecipate. Il presidente di quest’utima ha sempre rinviato la nostra audizione. Ma qualcuno scrive  «voluta dal Consigliere Mattia Calise»

MARZO 2012: Dopo l’ennesima sollecitazione fatta da Mattia Calise in Consiglio Comunale a Milano, finalmente il giorno 9 MARZO 2012 riceviamo la convocazione ufficiale da parte del Presidente della Commissione Mobilità, Ambiente, Arredo Urbano e Verde di Palazzo Marino. Convocazione che è indirizzata anche alla “controparte” cioè SEA nella persona del Dott. Claudio del Bianco.

Nella convocazione ufficiale non figurano i Sindaci, gli altri esponenti delle Associazioni Ambientaliste o i cosidetti “pro-terza pista”.

Il giorno 21, poco prima di entrare in audizione veniamo informati dal Presidente Monguzzi che la nostra audizione (sudata e richiesta da Ottobre 2011) è diventata “altro” e cioè una audizione del territorio con la conseguenza che avremmo dovuto ridurre i tempi e gli argomenti del nostro intervento per far parlare anche altre persone.

In audizione intervengono: Girardi per il Comitato, Aspesi (Sindaco di Cardano al Campo), Colombo (Sindaco di Somma Lombardo), Duse (Vice Presidente Parco del Ticino), Strohmenger (Covest), Balzarini (Unicomal), Pasin (MalpensaForum) e i consiglieri comunali Masseroli, Calise, Grassi, Cormio e Gallera. In ultimo avrebbe dovuto intervenire la controparte SEA che invece non prende la parola.

“Chi doveva parlare per rappresentare le due controparti noi e Sea si è visto ridurre il tempo dell’intervento mentre l’altro non ha VOLUTAMENTE preso la parola!” Ma qualcuno afferma «si è ascoltata una sola campana»

*** [CONTINUA… DOMANI!]

Annunci

6 responses to this post.

  1. RAGAZZI L’IMPORTANTE E’ L’ESITO DELLA LOTTA,NON BISOGNA DISGREGARSI.
    LA GENTE E’ STUFA DI QUESTI CHE VOGLIONO SOLO IL TORNACONTO,QUINDI CALMA E AVANTI UNITI.

    Mi piace

    Rispondi

  2. Va bene, va bene. Calma e sangue… caldo 🙂
    Caro Max, come abbiamo scritto, non siamo nati ieri neanche noi, sappiamo come vanno le cose.
    Questo è il gioco (“sporco”)? Va bene, giochiamo. Però facciamo sentire anche noi la nostra voce.

    E non ci fermiamo qua: scriveremo a “La Prealpina” e all’ordine dei giornalisti. Perché l’informazione è una cosa seria.

    Mi piace

    Rispondi

  3. […] LA CANZONE « La provocazione prealpina – prima parte […]

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: