Milano vs. Bergamo

Internet è bello, ma la vita è un’altra cosa: tutti invitati, allora, stasera alle 21.00 nella nostra sede di IV Novembre 4 a Lonate Pozzolo. L’invito è rivolto a chi vuole restare aggiornato sulle ultime vicende di Via Gaggio, Malpensa e dintorni. L’invito è valido anche per chi volesse darci una mano per l’organizzazione delle nostre prossime attività. Anche un piccolo contributo di tempo per noi sarebbe ORO!

Le proposte arrivano intanto anche su Facebook. La nostra amica gaggionauta Martina ci manda un link e scrive: «il 24 marzo inizia il World Clean Up 2012 …che ne dite?..un’iniziativa che parta da Via Gaggio e comprenda anche un raggio più ampio fino a via dei Molinelli potrebbe esser un buon obiettivo!». Ne parleremo in riunione. La proposta di Martina coglie nel segno: Via Gaggio è un esempio di bellezza e la bellezza di via Gaggionon è un dono del cielo, ma il frutto del lavoro degli uomini, dei volontari che l’hanno sempre tenuta a posto. Ora quegli uomini stanno invecchiando. Serve un ricambio generazionale. Un ricambio delle coscienze. Proprio in questi giorni i media locali stanno segnalando il degrado dei boschi, frutto della schifosa inciviltà degli uomini. Serve più controllo, al fianco di un’incessante campagna di sensibilizzazione.

Ieri c’è poi stato un doppio confronto fra Milano e Bergamo, sia sul campo da calcio con Inter-Atalanta che sulla pista dell’aeroporto con Sea-Sacbo. [LEGGI], Occhio, ché se i bergamaschi si inca…volano? 🙂
Invece di ammettere che Malpensa è sovradimensionata e capire come può continuare a lavorare nel rispetto delle regole, ecco le scaramucce! Spesso a livello regionale la riconferma di Malpensa quale aeroporto da far ritornare “hub” (hub-canimento terapeutico, verrebbe da dire) e su cui far dirottare i voli strategici del Nord-Italia viene riconfermato quale imperativo assoluto, ovvero scelta dei mercati! È triste considerare come la nozione di Parco ed ecosostenibilità sia assente nei proclami di politici poco attenti, spesso legati ad ideologie fallimentari (vedi il capitalismo). Per più di un decennio l’alternativa al capitalismo faceva bollare per comunisti chi come noi credeva in un capitale diverso, umano, ambientale, storico-culturale. Non è così.
Tra l’altro – si badi bene – siamo nell’ambito di una battaglia diversa, per alcuni aspetti giustamente localista. E allora? invece di pensare a come usare Malpensa e Orio al Serio nel rispetto della gente e non dei mercati (anche ad Orio lavorano persone…) si innalza in maniera poco chiara il vessillo di un sistema aeroportuale, che – non si sa per quale motivo – debba essere Malpensa-centrico. Impediamo a Malpensa di rubarci altro territorio (è già grande così) e facciamola diventare eco-compatibile. Usciamo dalle logiche di mercati, che vogliono solo se stessi e non il bene delle comunità, se non attraverso letture di dati assai personali e spesso manipolati. La statistica – lo sanno bene i sociologi ma non solo – è una scienza complessa e tutt’altro che esatta, soprattutto se di mezzo ci sono logiche speculative strane. Perdere un parco per un beneficio dubbio quando esistono le alternative e quando soprattutto non si può tornare indietro: meglio pensarci bene! Certo, nell’articolo non si parla di terze piste e di re-hubbing ma una certa visione rischia di riportare in auge vecchi fantasmi per niente affatto assopiti.

Ricordiamo, in ultimo, l’evento di domenica prossima. Spargi la voce, per favore: divulga il volantino. [APRI]

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by Carlo on 19 marzo 2012 at 4:45 pm

    Va benissimo che i volontari si dechinino alla pulizia dei boschi e fiumi una volta l’anno. E’ uno stimolo educativo, specie per le giovani generazioni.
    Bisognerebbe avere invece attenzione ovunque e per tutto l’anno, e anche quando si trova sporco in giro, se possibile, recuperare o denunciare se l’illecito è particolarmente grave.
    Ma vorrei dire anche però quanto segue: Ma queste signore guardie parco del Ticino che percepiscono uno stipendio mensile, oltre a fare degli stupendi servizi fotografici, ma una volta hanno mai raccolto nulla da terra ?
    Segnalo inoltre la presenza in via Gaggio e dintorni di cani anche di grossa taglia lasciati liberi di scorazzare. Questo può creare seri problemi ad altri quali bambini e non, che passeggiano in zona. Avevo già segnalato la cosa alla direzione del Parco e al Sindaco di Lonate. L’uno rimpallava la responsabilità di intervento all’altro. Sarebbe utile che qualcuno di costoro si dedichi anche a controllare tale pericolosa irregolarità.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: