Oltre al danno, la beffa

«In poche parole SEA vuole ampliare, con la scusa della terza pista, il sedime aeroportuale di Malpensa soprattutto sottraendo aree al Comune di Lonate Pozzolo, per così creare al suo interno moltissime strutture necessarie per l’indotto dell’aeroporto, di fatto togliendo al Comune stesso qualsiasi possibilità di sviluppo e di introito, come oneri, ICI, TARSU ecc…… Senza dimenticarsi i fortissimi disagi che la creazione della terza pista avrà sul territorio. Oltre al danno la beffa!»

Orbene, chi è l’ecoinvasato di turno? Qual è il verde-fuori-rosso-dentro che ha rilasciato queste dichiarazioni? Eh no, qua c’è qualcosa che non va: le dichiarazioni sono a firma Fabrizio Bianchi, consigliere provinciale varesino del Popolo delle Libertà.  Popolo delle Libertà significa Roberto Formigoni, significa Raffaele Cattaneo, significa tutte quelle persone che in Consiglio Regionale alzano la manina per votare la distruzione della brughiera. C’è un zic di confusione, vero?
Il nostro Walter Girardi, sulla pagina Facebook di WVG, ha così commentato: «Vi faccio solo notare una cosa. La provincia di Varese non ha mai considerato Malpensa come parte del proprio territorio. Lo ha sempre ignorato, salvo quando si parlava di sviluppo. Ora la coalizione politica che sta governando la provincia di Varese, così come Regione Lombardia, è sempre la stessa…e non è un singolo consigliere che fa la differenza se si limita solo a mandare una lettera ai giornalisti e non fa più nulla».

Evidentemente fino ad oggi il Consigliere Fabrizio Bianchi non si era accorto del difficile rapporto tra il territorio e Malpensa. Ora che tutti i Comuni del Cuv (Consorzio Urbanistico Volontario), i Comuni di seconda fascia, quelli del Milanese e del Novarese e il Parco del Ticino hanno preso una posizione unanime e comune contro il Master Plan presentato da SEA, ecco che spunta il paladino di turno. Stiamo a vedere che tipo di iniziative intrapprenderà il Consigliere Bianchi e speriamo in azioni efficaci per la salvezza dell’ambiente e della ragione.

Si potrebbe dire troppo comodo ora dimostrarsi attenti al territorio…noi è da oltre un anno che andiamo dicendo queste cose. Il nostro Walter Girardi è da sempre impegnato su questo fronte.

Dove erano questi signori quando nel corso di questi anni, alcune Amministrazioni Comunali, le associazioni ambientaliste e i Comitati facevano sentire la loro voce?

Oggi le cose, forse,  stanno cambiando? Vedremo e sicuramente terremo la situazione sotto controllo.

Vorremo evitare il ritorno sulla scena di alcuni ambigui soggetti, che come in un film di qualche anno fa si vestivano e parlavano in base alla curva dello Stadio che frequentavano.


[LEGGI] la lettera integrale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: