STEP BY STEP TO MALPENSA

Partenza quasi in perfetto orario…quasi come i treni svizzeri. Uno zainetto, due bottigliette d’acqua, l’ipod, agenda e qualche volantino di Via Gaggio.

Non sono solo, l’amico Andrea Barcucci è arrivato da Busto in bici, mentre Anna Valli con Zeta arriva da Vanzaghello.

Quattro chiacchere e si parte destinazione Malpensa.

Il primo tratto lo percorriamo sulla Via del Gregge in direzione Somma Lombardo, il primo intoppo lo ritroviamo nel sottopasso che scorre sotto Via Gaggio, mezzi pesanti e super geni con telefonino che sfrecciano a tutta birra e non c’è nemmeno  un marciapiede degno di questo nome.

Sfianchiamo il logistic park della Cava Maggia e alla nostra destra abbiamo la Brughiera che ci accompagna. Dal distributore mi fermo a fissare questo spazio enorme oggi verde, quasi incontaminato…chiudo gli occhi e riaprendoli non vedo le piante, non vedo la vita, vedo solo un filo spinato che racchiude una colata di cemento e asfalto.

Che Incubo!!!

Un viaggio tranquillo, qualche sosta per far bere Zeta che ci accompagna in questa camminata. Superiamo le rotonda di Via Molinelli e prendiamo la ciclabile fino alla rotonda di accesso alla Cargo City. Inizia la “zona aeroportuale”. Sulle nostre teste da almeno mezzora vola un elicottero della Polizia di Stato.

La zona della Cargo City è desolante, un paesaggio triste, morto, erbe incolte e secche, macerie qua e là dove una volta sorgeva la Casa Circondariale Bellaria.

Si prosegue fino a che non incontriamo la ferrovia del Malpensa Express, proprio davanti alle palazzine della Cargo.

La torre di controllo e le rampe sono li ad indicarci la direzione. Passiamo sotto la torre. Nel frattempo il via via di macchine e camion rallenta quando passa nelle nostre vicinanze…non deve mai passare nessuno apiedi da quelle zone…visto che ci guardano come se fossimo corpi estranei.

Raggiungiamo le rampe, dopo aver fatto una breve sosta al parcehggio dei tassisti con alcuni giornalisti.

Prendiamo le rampe, nel frattempo con l’amico Pasin abbiamo concordato il ritrovo. Porta 16 Partenze del Terminal 1 di Malpensa.

Jimmy è appena arrivato da Somma Lombardo e insieme a lui, oltre ad altri giornalisti ci sono amici come Ilaria di Samarate e Michela con Simone del Comitato Viva Via Gaggio.

Quattro chiacchere con i giornalisti, sotto il solerte occhio vigile delle addette stampa di SEA…li ferme a apochi passi da  noi.

Si riprende il cammino del ritorno, dopo aver salutato Jimmy e tutti gli altri.

Il percorso del ritorno è preossochè identico a quello dell’andata, sempre con gli sguardi attoniti di tutti quelli che in auto passavano vicino a noi.

Arrivati al distributore alla Cava Maggia, dopo aver salutato Andrea Barcucci che tornava a Busto, io Anna e Zeta ci siamo diretti verso la Chiesetta della Maggia per poi tornare verso Tornavento passando dalla Dogana, salutando la Via Gaggio e raggiungendo la centralissima Via Goldoni.

Le motivazioni, il come e il perchè le abbiamo già scritte e dette.

Desidero ringraziare i miei compagni di viaggio Andrea e Anna; un ringraziamento particolare a Zeta con cui ho “diviso” le bottigliette d’acqua per tutto il percorso.

Grazie a Jimmy, ad Ilaria a Michela e a Simone per aver condiviso con me una parte della giornata. Grazie ai giornalisti che ci hanno seguito passo passo per questo cammino.

In effetti un pò di stanchezza inizia a farsi sentire..ma passerà.

“Lo straordinario risiede nel CAMMINO delle persone comuni”. P. Coelho

Walter Girardi




 

Annunci

4 responses to this post.

  1. […] Il Giorno – Malpensa: rilanciata la questione stop ai voli notturni – “Basta con i voli notturni” continua la battaglia – Non si fermano intanto le proteste contro la terza pista Varesenews – A piedi a Malpensa per chiedere un dialogo sulla terza pista Jimmy Pasin – Camminan-Digiunando: il programma Viva Via Gaggio – Step by step to Malpensa […]

    Mi piace

    Rispondi

  2. foto molto tristi con tutta sta rete di filo spinato che delimitano l’aeroporto e questi edifici enormi della cargo city sullo sfondo meglio alberi natura e aria fresca

    Mi piace

    Rispondi

  3. In effeti oggi era una bellissima giornata per camminare, se non avessi lavorato vi avrei raggiunto volentieri!Ma com’è andata con i giornalisti? Cosa vi hanno chiesto? W via gaggio!
    Stefi
    PS: ho sempre le firme da consegnarvi 😦

    Mi piace

    Rispondi

  4. Cara Stefania, domenica 13 Febbraio (se non diluvia) ci troviamo nel pomeriggio dalle 14.30 e fino alle 17.30 alla Dogana a Tornavento.Sempre domenica 13 al mattino io sarò in piazza a Tornavento, al gazebo dei Democratici Uniti..se passi dopo le 10.30 mi trovi li…

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: