LE RAGIONI DI UN DISSENSO

A fronte di ripetuti (e isolati, se dobbiamo ben considerare) attacchi del tipo: fate pura politica non propaganda ambientalista, evitate di spaventare la gente che ti segue con storielle tipo sparira’ Tornavento e la 3pista e’ dannosa ecc ecc. perche’ non e’ vero!!! noi ribadiamo che:

Il rumore prodotto dagli aerei che atterreranno dalla futura terza pista renderà non più residenziale, nella frazione di Tornavento, la Via S.Anna, la Via del Gregge, una parte di Via Goldoni; non avendo poi barriere naturali si raggiungeranno i 60-63 decibel in zona panificio. Parallelamente ENAC vuole far approvare i piani di rischio, dove in base all’articolo 715 della navigazione a Tornavento non sarà più possibile piantare una pianta, perchè non sarà possibile fare più nulla.

 

Seconda cosa: lo studio di impatto ambientale deve essere fatto prima, deve essere sottoposto ad osservazioni insieme alla sintesi non tecnica e al progetto definitivo. dopo questi passi ci sarà l’autorizzazione (se la procedura di VIA avrà avuto esito positivo), l’affidamento dei lavori e la gara di appalto. Parallelamente si dovrà iniziare a ragionare su come e dove prendere il soldi per cacciare la gente di casa (il secondo bando non ha i soldi per essere concluso).

Altrove in Europa, strumenti come la VIA e la VAS sono strumenti normali che vengono applicati come prevede la legge e anzi vengono incentivati, proprio perchè non vogliono creare situazioni di danno ambientale o danno alle popolazioni.

Solo in Italia questi strumenti sono visti come un limite, come una cosaa da non fare…e difatti su Malpensa non hanno fatto la VIA (che era prevista per legge) e ora non vogliono fare la VAS (prevista anche questa per legge e non per i capricci di qualche ambientalista);

E comunque non si vuole spaventare la gente, la gente è spaventata da chi la prende per i fondelli, che crede che la TERZA PISTA non cancellerà Tornavento, oppure come quelli che scrivono sui giornali che non cancellerà Via Gaggio o i migliori, quelli che dicono che coprirà una cava…

 

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by giani angelo on 5 febbraio 2011 at 7:27 pm

    oltre al rumore che diventerà oltre il limite della tollerabilità, la catastrofe più micidiale sarà il livello di inquinamento dell’aria che non potrà essere tollerabile con la residenza! Forse già da ora!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: