VIA GAGGIO È IL SISTEMA ITALIA

Da alcuni anni associazioni ambientaliste, normali cittadini o personaggi di un certo rilievo nel nostro patrimonio culturale sembrano lanciare un grido di allarme: “stiamo perdendo il nostro paesaggio!!” Il Corriere della Sera ha intitolato un articolo nella sezione cultura: “Mare, sole e (molto) cemento”. Partirò da questo articolo per articolare un discorso che in linee generali riassume la posizione del Movimento Via Gaggio del perchè NO alla TERZA PISTA di Malpensa, e un sì al nostro futuro in quanto nazione che si identifica non solo nella sua storia, o nei suoi monumenti e opere d’arte, ma anche nel suo paesaggio. Nonostante alcuni passi in avanti a partire dalla legge quadro sulle aree protette del 1990 che ha aumentato la superficie protetta del nostro paese di ben quattro volte (dal 3% al 12% fino a più del 20% considerando anche la rete natura della UE) ci sono dei dati allarmanti. Stiamo perdendo paesaggio, dal 1990 al 2005 (quindi nello stesso periodo) la superficie coltivata nel nostro paese è complessivamente diminuita del 17%. un’area assai vasta (più del Lazio e Abruzzo insieme). Questi i dati preoccupanti che emergono da stime fatte in quest’ambito (e pubblicate recentemente oltre che dal Corriere della Sera anche da Repubblica, ma non solo). Si tratta di un delitto visto che, tra l’altro, la Costituzione ha consacrato la tutela del patrimonio culturale e del paesaggio al più altro grado tra i principi fondamentali dello stato.

Considerato questo aspetto fondamentale, molte aree del Sud sono state radicalmente sfregiate nel nome di due principi: l’individualismo (come dire che proibire l’edificazione di case o manufatti in territorio demaniale è da condannarsi come comunista), e l’idea di sviluppo (che non è mai arrivato, fatto salvo che ad arricchirsi sono sempre stati gli stessi). Ma mentre al Sud si costruisce in dispregio ad ogni regola, al Nord lo si fa aggirando le regole o “interpretandole”; è il caso dell’areoporto di Malpensa…Mi spiego; già Malpensa 2000 è stato un errore, si è ampliato l’areoporto con il conseguente degrado di una parte importante del Parco delo Ticino (con benefici ridotti in termini lavorativo-occupazionali); successivamente nel 1999 la Regione Lombardia (sotto l’amministrazione di Formigoni) ha fatto passare il piano area Malpensa, come dire che prima viene l’areoporto con i suoi bisogni di espansione e poi il Parco. Recentemente la Regione ha poi bloccato in giunta la richiesta da parte dei comuni del CUV (all’unanimità) di una VAS (valutazione di impatto ambientale strategico), una procedura che avrebbe dovuto valutare l’effettiva compatibilità dell’areoporto con il territorio. La giustificazione: “per la terza pista basterebbe una VIA (sicuramente addomesticata) in quanto si tratterrebbe di un intervento singolo.

Cosa possiamo dedurre da questa ultima osservazione? La Regione Lombardia è ben consapevole di andare contro la normativa, ma chi ci governa sa che prima della gente vengono le lobby, le pressioni di chi vuole la piena libertà di arricchirsi promettendo sviluppo, ma “ricattando” le istituzioni (che in questo caso si fanno assai bene ricattare, come dire: senza terza pista Malpensa non cresce e la Regione non può volare). Un ragionamento del genere fa di una democrazia una plutocrazia, a comandare sono i poteri forti, chi deve speculare e che magari alla fine darà qualche briciola alle comunità (per far credere loro che “l’operazione sviluppo” aveva una sua necessità).

Riprendendo il discorso iniziale occorre sottolineare come non ci possa essere una nazione senza il suo paesaggio, e questa è stata sicuramente l’intuizione dei padri fondatori del nostro testo costituzionale. Il paesaggio è storia e cultura, va al di là del sistema di aree protette (che va indubbiamente ampliato e fatto funzionare adeguatamente); ciò significa che anche il paesaggio è “cuore”,un’idea questa sicuramente “romantica” ma non solo, ci sono stati viaggiatori (quindi anche nella Via Gaggio) che hanno documentato il loro passaggio nei vari territori tenendo taccuini (eventualmente con illustrazioni) offrendoci della immagini del territorio in tempi non documentati dalla fotografia. Il territorio è come un terreno, si riconoscono strati diversi, ciascuno appartiene ad un’era “geologica” diversa, solo una concezione poco chiara di modernità vorrebbe far scomparire “tutto” con paesaggi “anonimi” e “omologati”; una vera tragedia! Senza storia, tutto reso uguale e poco naturale, su quali base ricostruire un’identità italiana (oltre che europea) o più semplicemente regionale e locale (la cosiddetta particolarità lombarda, territorio di incontri e culture vive). Chi vuole “speculare” lo fa per il dio denaro, non perchè ha a cuore i nostri destini, spesso il loro orizzonte culturale è particolarmente “ristretto”, termina non oltre la Terza pista o, paradossalmente arriva in Cina “volando”, attraverso un’infinità di “non luoghi”. Chi ragiona in questi termini porta con sè un principio assai poco democratico perchè poco “ecosostenibile”; distruggere biodiversità, paesaggi e creare una situazione di degrado che finisce per togliere fiducia in un futuro vero, perchè il futuro ci viene tolto con la furberia e la menzogna.

Ancora da noi in Italia c’è chi crede che pensando al paesaggio e all’ambiente soprattutto in tempi di crisi porti inevitabilmente alla fame accentuando la crisi; chi ragiona così lo fa però per cattiva fede, perchè il futuro dell’umanità intera non può prescindere dallo sviluppo ecosostenibile e dall’amore per il nostro ambiente naturale.

Ultima considerazione: Viva Via Gaggio dice sì all’areoporto di Malpensa fino a Via Molinelli perchè a questo punto è impensabile delocalizzare l’areoporto fuori dei confini del Parco, occorre però renderlo compatibile con il territorio, ciò è difficile, ma lo è in generale ogni pensiero “non-comforme” che studia forme sempre più raffinate per progettare un futuro migliore in un’ambiente sano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: