OCCORRONO SCELTE CORAGGIOSE

Si dice: servono scelte coraggiose, scelte che non si fermano di fronte alle difficoltà o al pensiero omologante; per questo Via Gaggio ha bisogno di noi tutti per portare avanti la sua battaglia culturale che è anche una battaglia di civiltà. Non solo la politica (che in questo caso può fare molto) deve essere coraggiosa, ma anche noi tutti, semplici cittadini, dobbiamo pensare che i giochi non sono fatti finchè ci sarà qualcuno che amerà il Gaggio e cercherà di fare qualcosa per preservarlo per le future generazioni. Ecco di cosa Via Gaggio ha bisogno, di un piccolo contributo da parte di tutti per una causa grande, così si fanno le rivoluzioni, ognuno con il proprio entusiasmo; Morandi in una sua canzone diceva: “si può fare di più senza essere eroi…”.Questo significa che attraverso piccoli segnali, decisi, fermi e determinati si può fare molto senza per questo apparire come un manipolo di “ecoinvasati” che poco o nulla hanno a che fare con la realtà. Purtroppo in un’epoca come la nostra, dove si dice che il disincanto ha preso il posto delle “grandi utopie” del passato, spesso il disimpegno può apparire come una risposta ad una grande disillusione (non importa se politica o sociale, o soltanto individuale, il che forse rende il discorso un pò diverso). In realtà non sono le utopie ad essere fallite, è il nostro essere al mondo che ha abdicato ad ogni possibilità di cambiamento; se oggi noi godiamo di certi servizi sociali o varie forme di tutela è per merito di altri che, prima di noi, hanno creduto nella possibilità di una mondo migliore. Una cosa è cambiata rispetto ai grandi sogni di cambiamento radicale; il pensare che un’utopia è possibile; e perchè lo sia deve essere dialettica, accettare il confronto, con la fede forte che insieme si può fare molto. Naturalmente noi sappiamo che tutto ciò che è di “questo nostro mondo” è imperfetto, tuttavia questo non vuol dire che poco o nulla si può fare per dare il nostra contributo ad un mondo più giusto. In questo caso noi parliamo di Via Gaggio, luogo dello spirito e di passioni forti, di comunità che l’hanno vissuta nel dolore e nella fatica, ma che era dei contadini o viaggiatori che la attraversavano, quella brughiera con i suoi variopinti colori di primavera, il porto di Tornavento, la vallata del Ticino che si apre ad uno spettacolo meraviglioso, non è utopia questa? Andare al di là della necessità, non credere in discorsi folli che promettono sviluppo, lavoro e soldi in cambio di un territorio che non c’è più (il “territorio dei nostri padri”). Se volevano creare le condizioni di un dinamismo economico ed occupazionale diverso avrebbero potuto farlo sicuramente, ma la terza pista panacea di tutti i mali è il modo più facile e lucroso solo per alcuni. Un’ultima considerazione; questo modello di sviluppo “riposa” su un concetto di scienza non più attuale; certo la scienza (e intendo qui ancora una volta la tecnica usata per creare profitto) pensa ancora a come “provocare la natura” per un certo vantaggio su di essa; ma la scienza non ci dice (e in questo caso mi pare piuttosto di fare una certa apologia di questo tipo di scienza) che il mondo è così perchè così un certo modello epistemico scientifico ce lo descrive. Morale della favola? Le leggi del mercato non sono “assolute” e così rigorose (come vorrebbero far credere); inoltre non tengono conto dell’etica. Diceva Emanuele Severino (uno dei migliori filosofi del nostro tempo) che un conto è pensare alla soliderietà per il profitto e un altro gudagnare essendo solidali; un bel cambiamento di prospettiva mi sembra e un pensiero che potrebbe trovare tutti d’accordo al di là del proprio specifico pensiero politico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: